Mustang Mach1: Shelby all’europea in 57 esemplari

Ford ha sganciato una bomba al Goodwood SpeedWeek (la versione “Covid” del mio amato Goodwood Festival of Speed), annunciando l’uscita della nuova mustang Mach 1 per il mercato europeo e sarà la versione più estrema che abbiamo mai visto ufficialmente importata in Europa.


Bei tempi quando andai al Goodwood Festival of Speed, una sorta di Gardaland delle macchine dove ogni casa automobilistica partecipante installa nel parco della Tenuta di Lord March a sud di Londra, una vera e propria casa, su più piani, da visitare. Nello specifico Ford faceva fare una bellissima scalinata, per poi buttarsi dal terzo piano su un materasso gigante. Ai tempi non c’erano le Stories, ma prometto che mi metto alla ricerca del video che avevo fatto e ve lo posto.
Ma torniamo alla mia amata Mustang!


La Mustang Mach 1 arriverà in Italia in produzione limitata; 57 esemplari tutti proposti nell’unica tonalità Fighter Jet Grey, tutti equipaggiati con un V8 5 litri da 460 cavalli realizzato interamente in alluminio, modificato appositamente per migliorare le prestazioni sia su strada sia su pista.
L’Mustang Mach 1 condivide con la Mustang GT il motore, il 5,0 litri V8 aspirato, e con la Shelby GT350 varie componenti utilizzate per migliorare le prestazioni e il raffreddamento, che le consentono di sviluppare la massima potenza ai 7500 giri/min e la massima coppia di 529nm a 4600 giri/min. tutta questa potenza sarà gestita da due possibili trasmissioni: un automatico a 10 marce e, udite udite, un manuale Tremec a 6 marce con sistema di rev-matching per le scalate piu̒ violente.


La tecnologia rev-matching utilizza il sistema di controllo elettronico del motore per sincronizzare automaticamente l’acceleratore durante i cambi marcia così da far corrispondere la velocità di rotazione del motore a quella del rapporto selezionato per avere cambi di marcia sempre fluidi e precisi. Inoltre, per gli amanti delle drag-races, sarà possibile utilizzare il sistema flat-shift, che consente ai conducenti di inserire la marcia successiva senza sollevare il pedale dell’acceleratore.


Esteticamente la Mustang Mach 1 riconferma il design senza tempo delle Mustang ma lo modernizza con un nuovo frontale, ristudiato per ottenere un miglior raffreddamento tramite le due feritoie circolari – che stile – che richiamano all’alloggiamento dei fari aggiuntivi della Mach 1 originale. Inoltre per un maggiore carico aereodinamico Ford introduce il nuovo splitter anteriore, un diffusore posteriore condiviso con la Mustang Shelby GT500, e un sottoscocca più lungo, che incorpora alettoni dedicati pensati per dirigere i flussi dell’aria direttamente sui freni. Tutto questo garantirà il 22% in più di carico aereodinamico rispetto alla Mustang GT.


L’assetto può contare su sospensioni MagneRide che sono state riviste per migliorare la risposta dell’auto soprattutto nelle curve veloci. Ford ha anche aggiornato il software dello sterzo elettronico per essere più preciso. Più avanti verrà offerta anche l’opzione di aggiungere l’alettone posteriore della GT500, assieme a una gamma di inserti specifici e freni Brembo arancioni. Per quanto riguarda la carrozzeria, la Mustang Mach 1 potrà contare su 10 colori diversi ma in Italia sarà disponibile solo il colore Fighter Jet Grey.


Gli interni sono caratterizzati da una combinazione di colori Ebony e dettagli in alluminio tornito Dark Engine, mentre i sedili sportivi in pelle presentano dettagli a contrasto color arancione. Ogni Mustang Mach 1 presenta un esclusivo badge sul cruscotto con il logo Mach 1, abbinati a esclusivi battitacco e un nuovo display di avvio sul quadro strumenti digitale da 12’’.
Al momento non ci sono altre informazioni sugli optional per gli interni, e non si sa ancora nulla nemmeno sul prezzo, le informazioni più dettagliate arriveranno nei prossimi mesi, con l’avvicinarsi della primavera 2021, data del debutto ufficiale sul mercato della nuova Mustang Mach 1.

Il mio compleanno è il 25 ottobre comunque!

Lascia un commento