Nuova Macan da Centro Porsche Bergamo, pensata per le emozioni

Abbiamo ormai iniziato il calendario dell’Avvento che ci avvicina al Natale, e nei desideri, o meglio sogni, di ogni appassionato c’è spesso quello di un’auto nuova. Io stesso ho pubblicato qualche giorno fa sulle mie Stories, il mio debole per la Cayman.
Porsche e Centro Porsche Bergamo, per stuzzicare ancora di più i desideri di clienti e ospiti, hanno trasformato lo show-room di Bergamo in una giungla urbana per presentare il restyling di uno dei modelli più di successo: la nuova Porsche Macan.

La nuova Porsche Macan è un’auto di successo (fate caso a quante ne vedete su strada) che ha conquistato ben 350.000 clienti in soli quattro anni. E allora squadra che vince, non si cambia, o si cambia poco, ma si affina, per essere ancora più emozionante alla guida.
Il Climax della serata, che accoglieva con giochi di luce sul pavimento all’ingresso era proprio “Choose Your Thrilling”, scegli la tua emozione. E da qui partivano tutta una serie di indicazioni a forma di freccia per portarci verso le emozioni che, secondo Porsche, ci può regalare la nuova Macan: Fun, Hit the Road e Adventure, condite con le caratteristiche che una Porsche deve avere, ovvero “Accelerate” e quindi prestazioni e “Fly High”, il desiderio di libertà che tutti vogliamo avvertire al volante.

La nuova Macan, almeno sulla carta, promette di essersi perfezionata in queste direzioni, e, cosa molto interessante, secondo me, di arricchirsi a livello di dotazioni standard.
Le novità estetiche, non sono molte e non hanno per nulla stravolto la linea personale che ha sempre contraddistinto Porsche Macan.
Il frontale ha nuove prese d’aria che la fanno apparire più larga, e i fari ora sono full LED di serie per tutte, con gli ormai classici quattro punti luce; però non sono adattivi, e per averli bisogna aggiungere il Porsche Dynamic Light System Plus (PDLS) a 1.543,30 euro.

Nella parte laterale a cambiare è il disegno dei cerchi in Lega, di serie da 18”, ma optional si possono avere fino a 21”, addirittura verniciati nello stesso colore delle carrozzeria.
Io sceglierei i cerchi Macan Turbo Nero Jet Lucido, da 20” a 3.897,90 euro.

Il posteriore è la parte che cambia di più, e che ha diviso molti dei miei follower nel mio sondaggio sulle Instagram Stories. I fari ora sono raccordati da una striscia luminosa tridimensionale a LED con al centro la scritta Porsche, come sulla Panamera Sport Turismo (qui la mia prova). Mentre gli scarichi sono uno per lato dalla forma squadrata (optional i quattro scarichi, a 793 euro).
A me personalmente piace e la trovo più personale di prima.

Come sempre dopo una presentazione, mi piace provare a configurare la vettura come la prenderei io, per capire cosa è di serie e cosa no, e quanto costano gli optional.
Studiando il configuratore della Nuova Macan ho scoperto che le opportunità di personalizzazione sono veramente ampie, sia all’esterno che all’interno, e sono aumentate con la nuova versione.

Su tutti voglio segnalare i quattro nuovi colori disponibili (i miei preferiti della gamma cromatica Porsche): Blu Miami, Verde Mamba Metallizzato, Argento Dolomite Metallizzato e Gesso.
Nella mia configurazione (difficile non scegliere i colori accesi) ho scelto il colore Speciale Gesso, a 2.427,80 euro, quello della presentazione, mentre il Verde Mamba ne costa 915 euro.

Seguendo il consiglio di un Sales Advisor Porsche Bergamo, dove trovate la Macan già da oggi, ho scelto uno della lunga lista degli optional Porsche Exclusive Manufaktur, il Pacchetto Sport Design verniciato in nero lucido con minigonne laterali, che rende la Macan ancora più sportiva, con prese d’aria più aggressive e un estrattore posteriore, che costa 4.501,80 euro.
E vorrei sottolineare che si può persino personalizzare il Side Blade laterale (la protezione nella parte bassa delle porte, addirittura scegliendo il carbonio).

La nuova Porsche Macan evolve anche negli interni e qui il cambiamento è tutto digitale. A prendere la scena è lo schermo del nuovo PCM (Porsche Connect Management). Uno schermo touch da 10,9 pollici a sviluppo orizzontale (contro i 7,2 pollici della versione precedente), che tanto ho apprezzato sulla Panamera, perché uno dei più fluidi, intuitivi e graficamente ben realizzati in circolazione.
E’ di serie, inclusa la navigazione attraverso mappe Here, e con il modulo Porsche Connect Plus (LTE con scheda sim) che tiene l’auto sempre connessa col Cloud, per avere informazioni in tempo reale sul traffico ad esempio.

In questo caso, la prima impressione, è che sia addirittura più intuitivo di quello della Panamera, perché conserva i tasti per le funzioni principali proprio sotto lo schermo.
Restano invece, i tanti tasti sul tunnel centrale attorno al cambio per gestire il clima (trizona di serie), le sospensioni attive che possono essere anche pneumatiche PASM per un costo di 2.966,70 euro, mentre il tasto per la modalità Off-Road è di serie.
Resta Optional il Drive Mode, nel pacchetto Sport Chrono, che secondo me, su una Porsche è d’obbligo, a 1.165 euro che include il cronometro alla sommità della plancia.

I sedili di serie sono in Alcantara, ma è possibile scegliere la pelle, anche bicolore con i soliti abbinamenti Porsche, sempre molto fini nella gamma cromatica. Io ho scelto il bicolore nero/rosso a 1817,60 euro, mentre si possono scegliere i sedili sportivi, riscaldati e ventilati, compresa la corona del volante (sto provando un’auto che l’ha optional e non pensavo di non poterne più fare senza!) e segnalo che il sedile del guidatore ha regolazioni elettriche a otto vie di serie.

Nel mio studio della nuova Porsche Macan, con i consigli della configurazione dei ragazzi di Centro Porsche Bergamo, ho anche scoperto qualche pecca nella dotazione di serie.
Come sapete, e trovate scritto in ogni mio articolo, sulla sicurezza non si risparmia, soprattutto sui nuovi dispositivi di assistenza alla guida, che la nuova Macan ha introdotto, molti dei quali optional purtroppo (mi raccomando prendeteli).

Il Lane Departure Warning è di serie, e quindi avvisa dell’abbandono involontario della corsia, la correzione attiva dello sterzo (Lane Keeping Assist) e il sensore angolo cieco (Lane Changing Assist) che funzionano tra i 30 e i 250 km/h, costano invece 1.195,60 euro, così come il Traffic Jam Assist, che comprende il Cruise Adattivo, a 2.610 euro.
Optional per me irrinunciabili che avrei voluto di serie.

Ora veniamo alla cosa più importante della nuova Macan: il motore. L’unico con cui è disponibile al momento, è il 2,0 litri da 245 cavalli e 370 nm di coppia, abbinato al cambio automatico Porsche PDK a sette marce.
Io sono un fan dei diesel 3,0 litri V6, che Porsche ha abbandonato, ma devo dire, che almeno sulla carta questo nuovo motore benzina promette ottime prestazioni con consumi tutto sommato contenuti: 0-100 in 6,7 secondi, omologazione euro 6D-TEMP e consumi secondo il nuovo ciclo NEDC (Nuovo Ciclo di Guida Europeo, che promette di essere più veritiero) nell’ordine dei 12,3 litri per 100 km.

Gli affinamenti sulla nuova Porsche Macan hanno infine guardato anche il telaio, con un nuovo assetto per un migliore bilanciamento e pneumatici con misure miste, che consentono al guidatore di godere al massimo dei benefici della trazione integrale attiva Porsche Traction Management.

Sono molto curioso di provare la nuova Porsche Macan, con questo nuovo motore figlio del downsizing che a tanti Porschisti e possessori di Macan che mi hanno scritto sui social o fermato a chiacchierare con piacere durante la serata, fa storcere il naso.
Io sono sempre favorevole alle evoluzioni e quindi, sulla carta, secondo me può essere il motore giusto per quest’auto, in grado di portarci nella direzione che ci ha accolto all’ingresso di Centro Porche Bergamo, quella dell’emozione, del divertimento alla guida, dell’avventura e di affrontare nuove strade.

Il prezzo di partenza, secondo me corretto, è di 61.730,00 euro Iva inclusa. La lista degli optional è lunga e infatti la versione da me configurata tocca gli 86.968,20 euro.

Sperando di provarla presto e vedere se mi porterà a scegliere la varietà di emozioni, dalla tranquillità quotidiana, al divertimento sui passi alpini, che solo le Porsche sanno regalare, vi invito a passare a vederla dal vivo da Centro Porsche Bergamo per una configurazione in base alle vostre esigenze ed emozioni!

Galleria

Lascia un commento