New Opel Mokka: che shakerata!

La Nuova Opel Mokka rappresenta FINALMENTE (ma quanto ce ne era bisogno) un nuovo corso stilistico per Opel. Dopo anni di auto abbastanza anonime, tristi e piene di tasti, si è partiti da un foglio bianco. La mia prima auto da universitario era stata l’Astra GTC che ancora oggi è attualissima, quindi parlo con cognizione di causa.

Le parole chiave della Nuova Mokka sono modernità nel design esterno e semplicità ed eleganza negli interni. La nuova Mokka è infatti un Suv compatto con linea del tetto spiovente e forme muscolose che donano all’auto una presenza sportiveggiante e molto young. La Mokka è stata presentata in bicolore: carrozzeria bianca, tetto e cofano neri, con dettagli in un terzo colore che collegano il montante anteriore con quello posteriore. Una scelta stilistica a mio avviso azzeccata, considerando che riesce a smorzare la pesantezza del nero lucido sul tetto e dare un bel movimento alla fiancata.

L’anteriore della Mokka salta subito all’occhio grazie ad un’ottima proporzione delle prese d’aria e ai fari sottili molto moderni inseriti in un’unica fascia nera, come sulle Opel degli anni ’70. Di seri i fari LED per tutte, mentre solo le più ricche hanno i fari Matrix LED, che in Opel chiamano Intellilux.

Gli interni della Mokka rappresentano un’innovazione per il marchio tedesco, si rimane infatti colpiti nel vedere pochi pulsanti – a differenza dei vecchi modelli – due schermi sulla plancia e una finitura in nero lucido su tutto il cruscotto e sul tunnel centrale. Quest’ultimo dettaglio crea un clima di eleganza molto piacevole, ma bisognerà fare attenzione alle ditate nelle giornate soleggiate.. vedremo se Opel avrà ovviato a questo inconveniente con qualche vernice anti-impronte. La “leva” del cambio è stata inoltre sostituita con singoli pulsanti per selezionare la posizione di marcia della trasmissione automatica.

La Nuova Mokka avrà a disposizione 3 motorizzazioni: 2 motori benzina 1.2 turbo di origine PSA, uno da 100 cv e l’altro da 130 cv, e un Diesel 1.5 da 110 cv con emissioni di appena 100 g di CO2 per km, che promette consumi veramente contenuti.

Per i fan dall’animo green, Opel Mokka offre, utilizzando la stessa base della peugeout 2008 e della Ds3 Crossback E-TENSE (che Luca proverà a breve), una versione 100% elettrica con una potenza di 136cv e un’autonomia di ben 324 km, che garantiscono una grande flessibilità di utilizzo. La versione elettrica, che parte da 34mila euro, diventa molto allettante considerando tutti gli incentivi forniti sul suolo Italiano per l’acquisto di una vettura ad emissioni zero, che condurranno l’acquirente ad una spesa di circa 25mila euro, un prezzo davvero interessante considerando tutto ciò che offre la nuova Mokka.

IL MIO CONSIGLIO

Per le versioni a motore tradizionale i prezzi andranno dai 22.200 euro per la versione base “Edition” con cambio manuale, ai 29.700 per la versione “ULTIMATE” con cambio automatico, entrambe a benzina. Nel mezzo le Elegance e GS Line. Vista la propensione ai giovani mi sento di consigliare la GS Line, bicolore, con il 1,2 litri da 130 cavalli che è stato eletto “Motore dell’Anno 2020” nella categoria tra 1,2 e 1,4 litri.

La dotazione della Nuova Mokka è davvero molto completa, quindi aggiungerei solo il Safety Pack 2, per il Cruise Adattivo, e il Wireless Charging per il telefono. Fermando così il prezzo a 28.573 euro.

Per la felicita di “Bialetti” la nuova Mokka ancora non fa il caffè, ma per compensare offre un completo elenco di sistemi di assistenza alla guida che comprende, tra le varie dotazioni, il cruise control avanzato, l’Active Lane Positioning e l’allarme di collisione frontale con frenata di emergenza automatica.

Chi l’ha vista dal Vivo me ne ha parlato molto bene. Speriamo sia la Svolta buona per Opel!

Lascia un commento