Color Show PPG: quale sarà la tendenza dei colori automotive?

Qual è la parte più difficile da scegliere quando configurate un’auto? Nel mio caso il colore! Sono sempre combattuto tra un colore super accesso, e il nero che mette in risalto le cromature. Oppure un colore che metta in risalto design e disegno dei cerchi in lega.
Che fatica! Per darvi (e darmi) una mano ho partecipato al ColorShow, durante il quale PPG ha svelato le 5 palette cromatiche che danno vita a 80 colori e nuance che risaltano la luminosità quale nuovo trend, anche e soprattuto nell’automotive.

Extra-Ordinary ColorShow 2021, è l’evento biennale di PPG, la multinazionale americana che studia, crea e produce i colori per gran parte del mondo dell’automotive, e che tra l’altro ha un’importante presenza in Italia con 1.430 dipendenti e 9 stabilimenti, tra cui 2 dedicati all’automotive.


Quanto lavoro c’è dietro la definizione di un colore! Dallo studio dei trend della moda, ma soprattutto della società, non solo tangibili, ma anche intangibili. E poi, quanti colori, tra diverse finiture: opaco, metallico, tristrato, solido, pastello.
Ok, non vi sto aiutando fino qui. Quindi vado dritto al punto e vi presento le 5 palette, dalle quali sono nati 80 colori, che abbiamo visto in anteprima, raccontati da Daniela Nicolelli Style & Color Center Automotive Italy. Al termine poi vi dico i tre colori su cui puntare…


So Conscious: quast’area rappresenta i colori per esprimere la consapevolezza del ruolo che ognuno di noi ha nel mondo. Sono colori consapevoli, finiture metalliche, dai toni caldi e desaturi.
Adatti a un consumatore finale attento alle più sottili sfumature (le foto sono solo esemplificative, non riguardano So Conscious).

So Ethical, denota un’attenzione all’ambiente, alla qualità della vita, a una mobilità attenta e responsabile.
I colori abbinati a questa macroarea sono colori caldi, tonali, ispirati al mondo della terra e alle tradizioni. Con finiture metallescenti e micallizzate (pensiamo ai colori Alfa, ad esempio quello della 164, ve lo ricordate?).

So Normal vuole risaltare l’extraordinarietà della normalità, che in questo anno si è mostrata fragile ma resistente, con l’adattamento a una nuova normalità e nuove regole.
Vedendo i colori che appartengono a questa famiglia diremmo che si tratta di colori “normali”, ma solo in apparenza. Ciò che caratterizza questi colori è la luminosità.


So Beautiful: questi colori raccontano una bellezza slegata dal concetto di lusso: deve appagare chi guarda. La diversità diventa un punto di forza e particolarità, perfetto per chi ha l’esigenza di essere unico.
Parliamo di colori molto saturi con finiture tristato, dal blu saturo al verde (quasi laccato) all’arancio metallico molto luminoso, al malva di indiscussa eleganza. Famiglia perfetta per delle Limited Edition.

Infine, So Bold: denotano l’audacia e coraggio di andare oltre. Praticamente il 90% di chi ha commentato sulle mie Stories, rientra in questa macroarea.


Cerco di riassumervelo, semplificando un po’. La tendenza dei prossimi anni secondo PPG, confermata anche da Rossella Guasco – Manager Material and color di FCA, è quella di spostarsi verso l’asse caldo.
Quindi tutti i grigi freddi, come l’argento, ma anche il bianco classico, che hanno dominato negli anni precedenti, andranno scemando. Grande importanza avranno l’effetto e la finitura. Troviamo infatti pochissimi colori solidi, e molti metallizzati, anche opachi.

I tre colori di tendenza secondo PPG per il prossimo biennio?
Un bianco tinteggiato, neutro caldo. Liscio avvolgente e molto nuovo. Un colore pastello: azzurro che va sulla tonalità del verde acqua Infine il rosa, che va verso il terracotta. Attenzione: l’area dei “brown” potrebbe diventare la tendenza dei prossimi anni. Non il classico marrone, ma molto luminoso. Se ci pensate bene sono i colori delle e500 Limited Edition!

A proposito di auto, ho scoperto anche un’altra cosa. Il settore delle vernici è importantissimo e segue tutte le evoluzioni del settore. Pensiamo all’elettrificazione. E’ fondamentale utilizzare all’interno del pacco batterie vernici di protezione al fuoco per ottimizzare la distribuzione e dispersione del calore. C’è poi anche un discorso di surriscaldamento dell’abitacolo. Un consumo di eneregia elettrica per rinfrescare l’abitacolo può essere inferiore e incidere parecchio sull’autonomia. In questo caso la vernice dell’auto è importante, e la tecnologia utilizzata da PPG deriva direttamente dall’esperienza nell’Areo Space.

C’è poi il discorso guida autonoma, che mette sulle auto sempre più radar, soprattutto al frontale. Anche in questo caso, per evitare calandre giganti, come vediamo, la vernice sarà importante, con lo studio e l’applicazione di vernici che non riducano l’efficenza dei radar.

Il colore, quindi, va molto oltre l’aspetto decorativo, oltre la mission di PPG fondata 135 anni fa che vuole “rendere più colorato e bello il mondo”.

Riassumendo? Luminosità, colore caldo e finitura, insiema alla digitalizzazione, che mai come quest’anno è stata fondamentale. Pensate alla difficoltà di far vedere ai clienti, come FCA, i colori da remoto!

Io magari opterei per un arancione metallico, anche se quella di adesso è un nero tristrato molto luminoso.

E voi? Di quale colore prendereste la vostra prossima auto? Scrivetelo nei commenti o scrivetelo nel Box sulle Stories di Instagram!

Lascia un commento